Trekking fotografici

13 e 14 Agosto 2011 Workshop alpinistico fotografico in Vallee Blanche13 e 14 Agosto 2011 Workshop alpinistico fotografico in Vallee Blanche

di: Mirko Sotgiu

Climi rigidi ed estati brevi: Siamo nel regno dell’alta quota, poche piante e animali riescono a resistere a questi estremi. L’alta quota ha sempre affascinato l’uomo e la creatività del fotografo. Vittorio Sella fu uno dei primi che con la sua attrezzatura si spinse fino a queste altitudini. Fotografare cosi in alto permette di scoprire un ambiente, oggi a rischio, dove la natura conserva sapientemente la sua forza, l’acqua e il ghiaccio.
Un workshop primo nel suo genere, due giorni per viaggiare dai 3800m in su imparando le tecniche utili a realizzare immagini in quota di impatto. Trucchi e tecniche specifiche di fotografia e alpinismo. Il percorso sicuro è alla portata di tutti che non richiede specifiche capacità alpinistiche. Il corso prevede un pernottamento in quota in rifugio e l’assistenza tecnica di una guida alpina.

[issuu layout=http%3A%2F%2Fskin.issuu.com%2Fv%2Fcolor%2Flayout.xml backgroundcolor=FFFFFF showflipbtn=true documentid=110409073216-c68ed5aa52b74a85b012f76d6e0d9a3f docname=altaquota username=Alpinfoto loadinginfotext=Workshop%20Fotografici%20in%20Alta%20Quota showhtmllink=true tag=altaquota width=600 height=424 unit=px]

Difficoltà fotografiche: *** (Livello medio/avanzato)
Difficoltà escursionistica: ****

Focus del corso

Programma alpinistico:

Il dente del Gigante al tramonto

1° Giorno
Incontro ore 9:30 e breve briefing.

Saliti a Pavillon inizieremo la prima parte di corso per prendere dimestichezza con l’ambiente alpino oltre quota 2000m, rivedremo le basi di fotografia e composizione. In questa stagione la flora a queste quote esplode in una miriade di colori e specie diverse. Una volta acclimatati (dopo il pranzo al sacco) prenderemo l’ultimo tratto di funivia verso il rifugio Torino dove pernotteremo la notte. La seconda parte della giornata è dedicata alla fotografia in alta quota, accorgimenti per realizzare immagini corrette, esposizione, filtri, organizzazione del materiale fotografico e alpinistico. Per chiudere la giornata ci dedicheremo alla fotografia del tramonto e notturna, a queste quote i fenomeni atmosferici sono molto interessanti.

2° Giorno

Inizieremo la giornata fotografando l’alba, poi una volta pronti con l’attrezzatura alpinistica, partiremo per il ghiacciaio. Con l’assistenza della guida ci dirigeremo nei punti più interessanti del ghiacciaio, ci attendono, colli, crepacci, scure pareti rocciose, creste, cordate e climbers, tutto a cospetto della mole del Monte Bianco e del Dente del Gigante in una delle conche glaciali più famose e belle del mondo. Fotograferemo con la tecnica dello Stiching, ovvero in modo panoramico, utilizzando le teste VR Manfrotto messe a disposizione.
Rientro previsto nel pomeriggio al rifugio, riacclimatamento e discesa in funivia, de-briefing a La Palud.

Info sul percorso:
Il percorso sicuro è alla portata di tutti e non richiede specifiche capacità alpinistiche. Si consiglia i giorni prima di effettuare il workshop un minimo di acclimatamento a quote intermedie e particolare attenzione per l’abbigliamento; vestirsi a strati, ghette, crema solare e occhiali con protezione UV.

 

Scendendo lungo il ghiacciaio della Vallee Blanche

Attrezzatura base consigliata:


Docente: Mirko Sotgiu

Partner tecnico: Manfrotto

Guide alpine: Mountain Kingdom

Quota di partecipazione:
Costo del corso per 2 giorni e 1 notte.
290€ per fotografo, 240€ accompagnatore (max 2 accompagnatori per gruppo di 5)

Minimo 4, massimo 10 partecipanti (con due guide alpine).

Cosa comprende:
- Pernottamento e prima colazione in rifugio
– 1 Cena in rifugio
– Assistenza di un fotografo professionista specializzato e workshop fotografico
– N° 1 Ingresso al Parco Botanico
– Possibilità di provare attrezzatura professionale
– Assistenza guida alpina per due giorni
– Noleggio imbrago e ramponi
– Attrezzatura alpinistica quali corde, picozze e bastoni
– Funivia a/r
– Assicurazione medico/bagaglio/annullamento

Cosa Non comprende:
– eventuali trasferimenti per raggiungere la destinazione
– pranzo al sacco del primo e secondo giorno
– bevande,mance ed extra in genere.
– Tutto quanto non menzionato alla  voce la “Quota comprende”.

INFO e ISCRIZIONI – PRENOTA



Questo articolo è in: workshop