Trekking fotografici

Dolomiti senza confini

di: Mirko Sotgiu

In un’epoca ricca di contrasti e divisioni, chi vive la montagna come i rifugisti e le guide alpine può dare una risposta contro i muri che vengono eretti in Europa.

La proposta è un percorso di 90Km tra ponti, 12 ferrate e rifugi che attraverserà le Dolomiti dall’Italia all’Austria. Snodandosi lungo i sentieri della Grande Guerra dal Bellunese, passando per l’Alta Val Pusteria e il Tirolo orientale, oltre ogni politica e confine nasce “Dolomiti senza confini” in risposta alle barriere d’Europa.

tofana_trekking_dsc8299_web

Il percorso collegherà due stati, tre regioni, tredici rifugi d’alta quota, tre malghe e dodici vie ferrate, alcune ancora da sistemare. Un progetto di cooperazione transfrontaliero proprio in epoca di reti lungo i confini, che vedrà la sua ultimazione a Giugno 2018 grazie anche ad un fondo di 200 mila euro dell’Unione Europea.

L’inaugurazione nel giugno 2018 non è una casualità, ma la ricorrenza dei cent’anni dalla fine della Grande Guerra che ha visto proprio le montagne che saranno attraversate dal percorso, teatro di lunghe e sanguinose battaglie tra i soldati dell’impero austro-ungarico e gli italiani.

cristallo_dsc1481_web

La data prevista per il taglio del nastro, giugno 2018, non è casuale. Saranno cent’anni dalla fine della Grande guerra che ha visto queste montagne teatro di cruenti battaglie. Da una parte il fronte italiano, dall’altra i soldati dell’impero austro-ungarico.

Gli organizzatori citano “Ponti, non muri. Oltre ogni politica, oltre ogni confine, oltre la natura stessa che lassù è sì straordinaria ma anche impervia, slegata, spesso impraticabile. Ma è proprio fra le cime dolomitiche che nasce una risposta alle barriere d’Europa”

sunset_fiscalina_dsc3902_web

Il percorso “Dolomiti senza confini”

Sono 90 i chilometri di sentiero che separerà la valle del Gail in Austria dalle vette dell’Alto Bellunese. Dodici rifugi in quota e tre malghe faranno da supporto agli escursionisti che decideranno di percorrere “Dolomiti senza confini” lambendo le Tre Cime di Lavaredo, l’Alta Pusteria, le Crode, Cima Popera, Cima Undici e molte altre montagne mitiche delle Dolomiti.
Non solo sentieri, ma anche dodici vie ferrate collegheranno le tappe rendendo questa alta-via molto più varia ed emozionante, senza contare la storia che è passata per queste cenge.

_dsc8536_web

Guardar


Tags: , , , , , , ,
Questo articolo è in: featured_secondo - MONTAGNE - news - VIAGGIO