Dalla HMS Beagle al Fitz Roy - Travel Mountain Blog
Fashion

Dalla HMS Beagle al Fitz Roy

Di: Mirko Sotgiu - July 2, 2014


FitzRoy per tutti noi è una magnifica vetta delle montagne della Patagonia (nota anche come Cerro Chaltén), ma non è solo questo, se siete appassionati di racconti e storia, dietro questo altisonante nome c'è molto da leggere.

4520701Meteorologia, montagna, evoluzione e navigazione, possiamo legare tutte queste parole con un solo nome quello di Robert Fitz Roy, discendente diretto del primo duca di Grafton, il figlio illegittimo di Carlo II e della duchessa di Cleveland. Il destino di questo uomo è stato segnato dall'aver trasportato uno degli scienziati più illustri mai esistiti. Il suo nome infatti echeggia sotto l'ombra del grande studioso, ma dobbiamo qualcosa anche a lui.

L'ammiraglio FitzRoy conosciuto anche come Capitano della HMS Beagle, fu l'uomo che guidò nel lungo viaggio intorno al mondo lo scienziato che sviluppò la teoria dell'evoluzione delle specie, Charles Darwin. Quel viaggio che rese celebre l'HMS Beagle e il suo capitano, ha avuto anche un ruolo di primo piano nello sviluppo delle moderne scienze meteorologiche, idrografiche e cartografiche.

Dobbiamo infatti a Fitz Roy la nascita della moderna meteorologia, che quest'anno compie ben 150 anni. Le previsioni del tempo che conosciamo oggi con rilevamenti sparsi nel territorio furono un invenzione del capitano del Beagle. La somma di telegrafo e barometro furono il concept di questa idea. Il progetto di FitzRoy fu quello di creare una rete di stazioni dislocate sulle coste che ad ore fisse trasmettevano i dati meteorologici di visibilità, temperatura, pressione, forza del mare verso un unico centro dove venivano prodotte le prime carte sinottiche, utili per prevedere quando e dove le perturbazioni si sarebbero abbattute.

HMS_Beagle_im_Eis_300dpi_web

Sempre di FitzRoy fu la costruzione di un barometro che prendette il suo nome. Questo strumento in poco tempo fu installato in ogni porto. I dati rilevabili con questa rete di osservatori fu di grande ausilio per la navigazione. Ancora oggi utilizziamo le stazioni a terra per le previsioni, oltre ovviamente ai satelliti. All'ammiraglio dobbiamo le prime pubblicazioni sulle previsioni del tempo. Lo stesso fu nominato dalla casa reale inglese a capo del primo istituto meteorologico inglese il Meteorolgical Department of the Board of Trade oggi conosciuto come UK Meteorological Office 

Tornando al grande viaggio del capitano con il Beagle, dobbiamo raccontare il rapporto che ebbe con il coetaneo Charles Darwin. FitzRoy e Darwin scrissero durante i viaggi del Beagle tre volumi dal titolo “Narrative of the Surveying Voyages of His Majesty's Ships Adventure and Beagle”. I primi due volumi effettivamente scritti a due mani da Darwin e FitzRoy il terzo fu insieme all'editore Parker King and Pringle Stockes.

Nonostante ci fosse molta collaborazione fra i due, FitzRoy e Darwin ebbero momenti tesi. Il primo era fondamentalmente legato alla religione e alla bibbia, quindi poco avvezzo alle teorie evoluzionistiche di Darwin. Quest'ultimo invece era anche un antischiavista, idea, all'epoca, decisamente contraria al pensiero comune, compreso quello di FitzRoy. Quando le idee di Darwin cominciano a influenzare il pensiero scientifico ed infine religioso dell'epoca, ribaltando le vecchie opinioni basate sull'incontrovertibile verità delle parole della Bibbia, FitzRoy inorridì. L'ammiraglio, fedele seguace e obbediente ai precetti della fede, entrò in depressione. Questo stato d'animo per non aver mai visti riconosciuti i propri meriti come ammiraglio, lo portò alla consapevolezza di aver contribuito ai concetti sacrileghi di Darwin e nel 30 Aprile del 1865 decise di togliersi la vita.

Mirko Sotgiu