Il cuore delle Dolomiti del Cadore, il Sorapiss - Travel Mountain Blog
Fashion

Il cuore delle Dolomiti del Cadore, il Sorapiss

Di: Mirko Sotgiu - July 19, 2013


… Un bel giorno –ce n’erano piuttosto pochi – andammo soli da Cortina su per un ripido declivio, sul fianco destro della Malcora (Sorapiss). Il sentiero è in continua salita fra prati, boschetti, spiazzi rocciosi. Da un lato sprofonda una successione di baratri e, come ci eleviamo, compaiono le creste più alte del Cristallo. Raggiunta una sella, ecco tre croci, quelle che noi cercavamo, e in effetti il passo è chiamato “Tre Croci” e porta a Palù, nella zona di Auronzo. Ora il sentiero entra in una fitta foresta, scende, fa delle giravolte. Si vedono fra gli alberi squarci di nude guglie dolomitiche che appartengono al Cristallo ma i recessi del Malcora, che ci stanno a cuore, non si svelano ancora. Dalla sommità del passo il Marmarolo (le Marmarole n.d.c.)  mostra con chiarezza le sue moli ghiacciate. Ora però, mentre scendiamo, ci sembra di smarrire l’orientamento. A due  ore di cammino dalla sommità del valico e nel mezzo di boschi intricati, troviamo uno spazio erboso in lieve pendio, ed un gruppo di baracche-ricovero per il bestiame.

.

lorenzo_antelao_DSC2664_web

.

Da questo punto la Malcora ci appare chiara e aperta fin nel suo cuore più profondo. Un vasto anfiteatro di pareti, con la neve su ogni cengia, si leva verso il cielo. Un lucente ghiacciaio giace nel mezzo e una cascata alimentata da un laghetto nascosto dietro il salto di roccia, precipita in un abisso azzurrino, fra gli alberi. …In quelle baracche non troverete né champagne né acqua di selz; l’erba non ha traccia di pic-nic. Qui non c’è anima viva nei prati solitari. Può darsi che nelle capanne si trovi un paio di ragazzi, ma i pastori non torneranno fino all’ora di cena. Solo una rude croce, inclinata dai venti dell’inverno, testimonia la loro profonda fede.

.

Sono queste le parole che ho letto di recente, prima di organizzare il Trekking fotografico Marmarole-Sorapiss-Antelao del 2013, che provengono da libro di J. Gilbert-G.C. Churchill LE MONTAGNE DOLOMITICHE, del 1862.

.

sorapiss_DSC2771_web

.

Ed in effetti quell'anfiteatro anche quest'anno come per gli autori era un circolo di cime, irte pareti e cenge innevate che si "levano verso il cielo". La salita è ripida per un canalone, la fatica si fa sentire proprio quando, la strettoia si apre verso l'alto, il pendio cambia pendenza e si apre verso uno spazio grandioso di calcari rossastri, dossi erbosi e alcune pozze d'acqua.

.

Sorapiss_DSC2595_web

.

Nel mezzo della grande conca dolomitica ecco una grande torre, maestosa, tempio dell'alpinismo, di cenge e fessure ripide, la torre dei Sabbioni. Siamo nel cuore delle Dolomiti del cadore fra Sorapiss e Antelao.

.

sabbioni_lake_DSC2752_web.

Qui è un paradiso della natura, impossibile non fermarsi e rimanere in silenzio ascoltando il vento, il rumore dell'acqua di fuzione dei nevai, qualche sasso che cade. In tarda primavera il lago è sorvegliato dalla grande torre, fra Sorapiss e Marmarole, una rarirà per l'ambiente dolomitico, infatti questo specchio d'acqua è effimero dura pochi giorni l'anno, proprio nel momento di massima fusione della neve caduta in inverno. Non vi sono ghiacciai, o meglio, non vi sono più, che possano alimentare le valli di questo gruppo montuoso.

.

rododendro_nano_sorapiss_DSC2649_web

.

Nonostante la friabilità del terreno, l'incapacità del terreno calcareo di trattenere l'acqua, la flora di questo gruppo montuoso è spettacolare, offrendo vedute inedite, lontane dalle classiche Dolomiti più conosciute come le Tre Cime di Lavaredo o il Sella.

.

sorapiss_cima_DSC2675_web

.

Il trekking in alcuni punti è in cresta, può diventare difficile se si cercano particolari scorci fotografici "fuori via". Percorrere le cenge, i sentieri meno battuti (sempre che quelli principali lo siano), rende ancora di più l'idea di selvaggio di questo luogo dove non è raro incontrare dei camosci.

.

claudio2_action_DSC2337_web

.

In questo tempio dolomitico di rara bellezza, non si può andare via senza realizzare un'immagine in bianco e nero, i forti contrasti e le geometrie delle pareti offrono spunti di grande efficacia estetica.

.

_DSC2765-Panorama_web

.

Più info sul gruppo: http://www.magicoveneto.it/dolomiti/Cristallo-Sorapis-Antelao-Marmarole/Antelao-Marmarole.htm

Mirko Sotgiu