La storia del monte Albergian - Travel Mountain Blog
Fashion

La storia del monte Albergian

Di: Mirko Sotgiu - January 13, 2012


Il monte Albergian qui in foto è una montagna importante che sovrastà a circa metà la val Chisone, una delle valli "olimpioniche" del Piemonte. Con un altezza di 3041m è raggiungibile tramite due sentieri, uno da Pragelato facile ma molto faticoso per la sua lunghezza (dislivello 1500m - ore 3,5 - vedi) l'altro dal versante dalla Val Germanasca precisamente da Balziglia. Una montagna che merita un'escursione per la sua posizione ammirevole, ma sopratutto per la storia di cui permeano le sue rocce. Gli abitanti della Val Germanasca e Chisone professano la religione Valdese fin dall'anno 1000 e sono stati sempre coinvolti fra le lotte di confine che si tenevano fra re e principi. Fu che nel 1091 con la morte della contessa Adelaide che questa valle subì una divisione in due parti che rimase fino alla fine della I guerra mondiale. Un popolo su un confine Italo-Francese che vide quest'ultimo spostarsi dal fondo valle verso l'alta valte e tornare più volte al punto di partenza. Fra le tante storie e leggende della valle, legate al vissuto, di confine, voglio raccontarvi di un evento che si verificò fra il 1300 e il 1600. In questi secoli il dominio della valle fu alternato dai Savoia, gli Acaja e Albon e infine dalla corona francese. Filippo II di Valois rilevò la valle nel 1349 il feudo degli Albon. Furono i nuovi sovrani francesi che su richieste pressanti della Chiesa romana iniziarono una feroce rappresaglia e persecuzione contro i non cattolici (valdesi) che abitavano la valle. La storia, non sicura, per molti storici leggenda, narra che Ugo de La Palud seminò il terrore in ogni villaggio dell'alta valle fino ad assiedare un gruppo di abitanti che si erano rifugiati sulle pendici del Monte Albergian. Dopo mesi di assedio per stenti molti di essi morirono fra cui più di 50 fanciulli, non tutti riuscirono a fuggire nella Valle S.Martino. Nonostante la persecuzione gli abitanti di religione valdese continuarono a superare numericamente quelli cattolici. Ricco di storie ma anche di leggende, il Monte Albergian, nasconde la leggenda che nelle sue grotte si celassero incredibili tesori protetti da draghi che esclusivamente nella Santa Notte, al momento dell'Elevazione perdevano il loro poteri. Non resta che scoprire di persona, le leggende e le storie di questo luogo magari ascoltandole da un valligiano.

Mirko Sotgiu