Trekking fotografici

Melloblocco 2016 la grande festa dei boulder

di: Mirko Sotgiu

Terminata ieri la 13esima edizione del Melloblocco. Bisogna proprio dirlo è stata un’edizione ricca di appuntamenti. L’edizione 2016 chiude con un bilancio positivo, che segnala più di seimila visite e 2800 iscritti al più grande raduno boulder del Mondo.

 

melloblocco_mirkosotgiu_opencircle_DSC6912_web
Ma cos’è il Melloblocco? Non è una competizione, non bisogna vederla come tale. Melloblocco è un raduno, un momento di grande aggregazione, che porta persone di ogni età, di ogni capacità sportiva, amanti del mondo verticale in un unico posto. Lo spirito della manifestazione si respira appena si arriva a Filorera, sede del Centro organizzativo del Melloblocco.

melloblocco_mirkosotgiu_opencircle_DSC7068_web

 

Centinaia di arrampicatori, con i loro crashpad vanno e vengono in ogni momento, si scaldano e si preparano alla scalata dei blocchi. I blocchisti si radunano, si salutano, come un rito. Ogni anno da tutto il mondo giungono qui non solo arrampicatori professionisti e non, ma grandi amici di un’avventura che si ripete da tredici edizioni.

melloblocco_mirkosotgiu_opencircle_DSC6707_web

 

Un grande gioco di società, tanti blocchi da salire in compagnia, dove le mosse, le posizioni, le prese e la forza sono condividivise tra tutti i partecipanti. Non si respira l’aria di competizione, perché si è tutti uniti per divertirsi nello splendido contesto della Val Masino e della Val di Mello, perle alpine della Valtellina.
A differenza degli scorsi anni, questo 2016 registra anche un clima ottimo, sole alternato a pioggia leggera, che ha garantito un’ottima fruibilità della manifestazione.

 

melloblocco_mirkosotgiu_opencircle_DSC6570_web

 

Ogni blocco, una difficoltà, un rebus, una questione da risolvere. Per un boulder – sassista – è l’occasione per misurarsi. Ma c’è anche una classifica, si quella di ne ha chiusi si più, che chi vi riportiamo:

Per la classifica femminile: Jenny Lavarda chiude 8 blocchi guadagnandosi il primo posto, seguita dalla finlandese Anna Liina Laitinen (7) e poi a seguire Annalisa De Marco (5), Madeleine Eppensteiner (4) e da Irene Bariani (4), Michelle Theisen (4).

 

melloblocco_mirkosotgiu_opencircle_DSC6781_web
Nella classifica maschile spunta con 9 blocchi chiusi Stefano Ghisolfi davanti a Anthony Gullsten (8), Andrea Zanone (7), Stefan Scarpieri (7), Michael Piccolruaz (6), Jorg Verhoeven (6), Valdo Chilese (5), Andrea Ratti (5).

 

melloblocco_mirkosotgiu_opencircle_DSC6828_web

 

Una grande festa che si conclude, sotto un filo di pioggia, con tutti i boulder già pronti per il prossimo anno, perché ci sono ancora dei blocchi da chiudere, dei rebus da risolvere e poi perché non si può stare lontani da queste valli più di un anno. Il grande gioco dell’arrampicata in val Masino ci aspetta tra un anno esatto e ringraziamo gli organizzatori per il grande lavoro svolto in questi magnifici giorni dedicati al mondo dell’arrampicata sui sassi.


Tags: , , , , , , , , , , , ,
Questo articolo è in: arrampicata - Articoli - Evidenza - MONTAGNE - news - WEEKEND