Il fantasma della Cometa ISON - Travel Mountain Blog
Fashion

Il fantasma della Cometa ISON

Di: Mirko Sotgiu - November 30, 2013


Sta diventando un grattacapo, come un fantasma la Cometa ISON si prende gioco di noi, dopo essere quasi svanita diventando uno sbuffo di polveri ancora prima di giungere al perielio, ieri allontandosi dal sole una condesazione con un incremento continuo di luminosità ha fatto sperare che il nucleo fosse resistito al passaggio ravvicinato con il Sole. Purtroppo  in queste ore la Cometa è tornata ad essere una specie di fantasma.

Ma come è andata?

.

Finora siamo stati prudenti sulla possibilità che la Cometa ISON possa essere riuscita a sopravvivere al perielio. Le immagini giunte nei primi momenti fino a ieri sera indicavano che la cometa aveva subito una grave sollecitazione da passaggio cosi ravvicinato al sole (1,2Km dalla sua superficie).

.

Ieri 29 Novembre la NASA aveva dato per spacciato il nucleo della Cometa, anche il sottoscritto in effetti dopo aver consultato tutte le informazioni possibili si era fatto un'idea abbastanza chiara che quella scia visibile dopo il passaggio non fosse che quello che rimaneva del nucleo vaporizzato. Salvo dopo poche ore notare un aumento di luminosità di una condensazione, che almeno fino ad ora si pensava fosse un residuo di nucleo che probabilmente poteva dissolversi o ulteriormente frammentarsi. Tutt'ora non sono cosi sicuro che quell'aumento di lumisità sia la prova che il nucleo stia ancora resistendo. Con l'elaborazione delle immagini e la riduzione dei dati si è constatato che l'iniziale prudenza iniziale sulla possibilità che il nucleo abbia resistito è stata forse troppo negativista. Ma non è detto, questa cometa sta diventando un certo rompicato.

.

ison_large_verge_medium_landscape

.

La stessa NASA oggi ha fatto marcia indietro, con le dovute cautele, pareva che il nucleo era ancora abbastanza integro e massivo. Inoltre contro ogni previsione la cometa sembrava riprendere luminosità gradualmente. A mio parere è ancora presto per dire che potremo ancora vedere  "La cometa di Natale". Tutto sta nel risultato delle analisi e sull'andamento di questo oggetto nei prossimi giorni. Anche se, guardando l'immagine che vi propongo sotto aggiornata alle 18:00 di oggi (ora locale, mentre sto scrivendo) si nota di nuovo una riduzione di luminosità, la Cometa ISON sembra essere tornata a "sbuffo" come precedentemente avevo scritto.

.

ISON_latest

.

A quanto pare, quello che per un certo periodo si è confuso per un nucleo solido è in realtà una condensazione di polveri che ora si sta nuovamente dissolvendo. Come si vede dall'animazione (attendere il download 55Mb).

.

Screenshot-2013-11-30-19.39.

La cometa entra nella visuale del satellite SOHO Camera LASCO c3, incrementando la luminosità a saturare il sensore. La cometa entra in perielio diminuendo di luminosità e successivamente ri incrementando, il giorno successivo la luminosità si riduce nuovamente progressivamente fino a diventare un "fantasma". Si possono notare le stelle di fondo attraverso l'oggetto, questo fa pensare a polveri

Siti come spaceweather danno spacciato il nucleo della cometa, qualche astrofotografo ha pure tentato la ripresa, che al momento risulta solo possibile con il satellite SOHO. In pratica sarà impossibile fotografare e osservare la cometa, anzi quello che ne rimane oramai dissolto.

Mirko Sotgiu